Home

Solidarietà

 

Per i Caramel la parola solidarietà è parte integrante del loro modo di essere. Con la scomparsa del loro caro amico e collega Peter Bertoli, nacque in loro il desiderio di fare qualcosa di positivo a favore dei più bisognosi. Fu così che dall’anno successivo iniziarono a dedicare un concerto in sua memoria e con il ricavato aiutare chi ne aveva bisogno. Il concerto del 1999 permise loro di raccogliere i fondi per una delle operazioni umanitarie più importanti, la consegna di beni di prima necessità, direttamente nelle mani dei profughi della guerra del Kossovo, tra questi soprattutto donne e bambini. Caricarono il loro pullman con olio, farina, salsa di pomodoro, zucchero, sale, pasta, caffè e quant’altro, e partirono alla volta di Postojna (Slovenia).  Arrivati nella caserma che ospitava i profughi, furono sommersi dai bambini che volevano caramelle e giocattoli, che furono donati assieme a del materiale didattico per i più piccoli che frequentavano la scuola. Consegnarono ad ogni nucleo famigliare le quantità prestabilite, e alla fine stanchi ed esausti, trovarono comunque la forza di cantare e suonare qualche canzone per i più piccoli. Consegnarono oltre cinquanta quintali di viveri, il tutto è documentato e venne trasmesso dalla televisione nazionale Slovena, Tele Capodistria nel telegiornale serale.

P1030383

Figura 194

 

Figura 195


Dal 1998 il loro impegno si è concentrato su varie e importanti associazioni, come centri per il recupero di ex tossicodipendenti, disagiati mentali, portatori di handicap. A tal proposito una menzione particolare va fatta verso il CEOD di Motta di Livenza, che accoglie ragazzi con sindrome di down e non solo, al quale i Caramel sono particolarmente affezionati.

motta aldo

motta clau


Altre iniziative significative da ricordare nel ordine sono:

  • La donazione fatta all’ospedale BURLO di Trieste. In questa occasione conobbero i medici clown che collaborano appunto con l’ospedale.

codice fiscale 1

unmondomigliore2008 030

BRU_6680


  • Al CRO di Aviano e per la precisione al CENTRO DI ONCOEMATOLOGIA CLINICO SPERIMENTALE per la ricerca sul sangue, diretto dal Dr. Gattei.

  • In ben due occasioni hanno portato direttamente, durante i loro viaggi all’estero, del materiale didattico. Nel 2005 a Cuba.

codice fiscale

  • L’anno successivo all’isola di Boavista a Capoverde.

foto viaggio a boavista 240


  • Dal 2006 partecipano alla “Partita del Fegato” a Prata di Pordenone, assieme a grandi artisti tra i quali Sdrindule, sia dal punto di vista sportivo, giocando contro ex giocatori dell’Udinese tra i quali De Agostini, Gerolin, Miani, Papais, Cinello e il grande Dino Baggio, sia con la loro musica a favore della ricerca contro la SCLEROSI MULTIPLA.

Immagine 012


  • Due concerti di Natale e precisamente quelli del 2001 e 2002 li vedono destinatari dei proventi per l’associazione EMERGENCY.

Figura 247


  • Sono promotori e assieme ad altri volontari anche fondatori dell’associazione SOLIDARIETA’ SAPORI EMOZIONI DELLA NOSTRA TERRA, con i quali organizzano presso la cantina “Borgo Stajnbeck” una serata di beneficenza, dove la loro musica viene affiancata dai vini e dai cibi del territorio del Veneto Orientale. Sono giunti all’ottava edizione devolvendo ogni volta a seconda della necessità l’intero ricavato a chi ne ha più bisogno.

cantina3

cantina2

cantina


E’ però dal 2003 che collaborano con un’associazione in particolare, questo per non disperdere le forze e riuscire così a realizzare qualcosa di concreto e che si possa toccare con mano, diventando loro stessi garanti del loro operato. L’associazione è la PENTALUX con sede a Porcia (PN), composta da gente comune e da medici oculisti volontari

IMG_1240

che operano nel deserto algerino e nei campi profughi Saharawi, dove hanno realizzato due ambulatori, mentre in Burkina Faso hanno realizzato un ambulatorio di oftalmologia completo e tante altre iniziative umanitarie che stanno portando avanti in tutto il territorio.

IMG_1673

Ricordiamo inoltre che uno degli ambulatori porta il nome di Arianna Battistella, una bimba che i Caramel aiutarono con i proventi di un concerto, ma che purtroppo non ce l’ha fatta. Dal 2003 il concerto di Natale porta anche il suo nome.

saharawi0032

Hanno acquistato un’ambulanza necessaria per le primarie urgenze ospedaliere e con i soldi dei concerti è stato acquistato un kit operatorio portatile con il quale i medici possono intervenire direttamente nei villaggi. Nel 2010 i Caramel sono andati di persona in Burkina Faso per toccare con mano e prendere coscienza delle difficoltà e del niente che accompagna la popolazione,

IMG_2199

e per vedere di persona cosa è stato fatto con il ricavato delle loro serate. Hanno trascorso un periodo a stretto contatto con il degrado e la povertà e si sono presi l’impegno di finanziare un’opera, che consisteva nel far arrivare la linea elettrica con messa in opera dell’impianto in un orfanotrofio con bambini molto piccoli e di assumersi l’impegno di pagare le bollette.

IMG_1722

P1050023

IMG_2257

Anche in quella occasione hanno voluto portare la loro musica, sono riusciti in condizioni estreme (con una polvere continua e una marea di insetti), a suonare assieme ad un famoso gruppo locale.

IMG_1069